Una…supercalifragilistichespiralidosa giornata di teatro, emozioni e simpatia quella trascorsa da tutti i presenti Domenica 3 Aprile al Teatro Ventidio Basso, dove la Fly Communications ha messo in scena il musical “MARY POPPINS”, liberamente tratto dall’omonimo successo Disney, che ha coinvolto circa 750 spettatori (bambini ed adulti) in un pomeriggio di buonumore.

I protagonisti sono stati sicuramente i più piccoli, sia in platea che sul palcoscenico dove i giovani interpreti di età compresa tra i 4 ed i 18 anni hanno recitato coinvolgendo tutto il pubblico nell’atmosfera londinese di fine secolo sotto la guida della sapiente regia del binomio Christian Mosca-Cesare Fabiani che per l’occasione ha affiancato con grande profitto il nostro regista diventandone un alter ego più che un semplice assistente.

Nei panni della più famosa Tata inglese una sicura e dinamica Francesca Aquilone per l’occasione letteralmente “venuta giù dal cielo” con un effetto speciale creato ad hoc; in quello dei bambini le due giovani leve Vanessa Sirocchi (al debutto ma già bravissima) ed il già esperto Marco Mancini, oramai una sicurezza per ruoli recitativi di spessore. Un discorso particolare per il ruolo dello scanzonato spazzacamino Bert, interpretato da un funambolico Matteo Ingrillini, maturo e padrone della scena.

Altrettanto bravi tutti gli altri con una particolare menzione per i più piccoli, che nei panni dei balocchi prima e degli spazzacamini poi, sapientemente coordinati dalle coreografe Sara Paolini e Alessandra Aquilone, hanno sfoggiato in un’esplosione di colori una buona preparazione e tantissima allegria.

Applausi a scena aperta per il severo ed irreprensibile Mr. Banks (Valerio Mancini), la dolce e combattiva Winnifred, sua moglie, interpretata da Chiara Torzolini; e per tutti gli altri: da Tata Katy (Erika Ciotti) alle governanti Brill ed Ellen (Giada Saienni ed Arianna Mancini), dall’agente Jones (Gianluca Giani) a Bum e Binacle (Lorenzo Farnesi ed Alessio Ingrillini); dai banchieri austeri Dawes Senior (Luca Carboni) e Dawes Junior (Riccardo Fabiani) ad uno strabiliante Zio Albert (lo stesso Cesare Fabiani, vero cameo della serata e già noto al pubblico ascolano per aver interpretato con successo moltissimi personaggi in musical di successo come il DJ Monty ne “La febbre del sabato sera”).

Ancora una volta l’impegno della Fly Communications, rivolto al sociale, coniuga una serata di beneficenza (la serata è stata organizzata dalla Croce Rossa Italiana alla quale è stato devoluto l’intero incasso) con il coinvolgimento di giovani nelle attività teatrali dell’Associazione come ci spiega il regista Christian Mosca: “Siamo da sempre convinti che la Cultura sia l’unica via maestra da seguire, soprattutto in tenera età quando i piccoli hanno bisogno di essere formati e di essere aiutati a costruire il proprio futuro. E’ per questo motivo che, fedeli alla nostra idea di valorizzazione dei più giovani, anche questa volta tantissimi piccoli attori in erba sono stati coinvolti sul palco per dare modo a loro e a chi li ammira di respirare il “vero sapore ed il vero stupore” del Teatro. Stavolta la nostra scelta è caduta su questo classico della Disney, un musical portato in scena dai bambini per i bambini ma anche per i grandi perché i bambini stessi, con la loro innocenza, la loro fantasia, la loro dolcezza, sanno portare il messaggio di quest’opera ormai indimenticabile nei cuori di tutti ed aprirli, anzi scardinarli, per far uscire da essi l’amore.”

 La Croce Rossa Italiana si presenta di nuovo alla cittadinanza quale promotrice di un’iniziativa che coinvolgendo le famiglie prevede anche una raccolta di fondi per beneficenza. “La CRI ascolana” esordisce Battista Faraotti, Commissario Locale della Croce Rossa Italiana “sta da un paio d’anni, anche grazie all’apprezzata collaborazione della Fly Communications, sensibilizzando la cittadinanza ascolana sull’importanza del proprio servizio in seno alla comunità.” E continua: “ attraverso iniziative come questa di stasera, riusciamo a condividere con la città un momento di serenità con la popolazione che quotidianamente ci impegniamo a sostenere nelle diverse necessità, veicolando le nostre motivazioni e i nostri valori”.

Continuiamo così dunque con il prossimo appuntamento per i più piccoli (già si pensa ad un evento natalizio); continuiamo così, all’insegna di un teatro fatto di progetti ed obiettivi da raggiungere, di impegni presi con serietà e dedizione; di un mondo fatto di entusiasmo, sorrisi, sogni, disponibilità, ottimismo e voglia di crescere insieme…un mondo targato FLY COMMUNICATIONS!

…STAY WITH US!