Ciao a tutti amici lettori! Eh già, siamo a novembre, mese freddo e lungo…ma non temete, questo significa che stanno per cominciare i progetti della Fly Communications nelle scuole!

Di cosa stiamo parlando? Beh, di Historock! Nato dall’idea del professore Romano Firmani, poi sposata dalla Fly Communications, è il quinto anno che procede spedito questo progetto in cui teatro, inglese e ritmo rock creano un connubio senza pari. Si tratta di una proficua collaborazione partita con il Liceo Scientifico “Antonio Orsini” di Ascoli Piceno, poi estesasi anche agli studenti dell’Istituto Tecnico Mazzocchi e dell’Istituto d’Arte, i quali hanno partecipato attivamente, pieni di talento e voglia di esprimersi, a testimonianza del fatto che la condivisione di esperienze può coinvolgere e far crescere tutti in modo positivo. Così dice Christian Mosca, presidente dell’associazione e regista di Historock: “Il mio auspicio è che un simile progetto Umanistico, Artistico e Culturale si propaghi e che tanti altri istituti aprano le porte a questa esperienza che lascia tanto a chi vi partecipa”. Lo spettacolo di quest’anno è “Historock goes to Broadway” e andrà in scena il 20 maggio presso il teatro Ventidio Basso.

Per i bimbi della scuola primaria c’è invece il progetto Teatro Bimbo, iniziativa associativa, nata in collaborazione con l’Assessorato della pubblica istruzione di Ascoli Piceno, che coinvolge ogni anno diverse scuole primarie che desiderano aderire. Nel 2012 si mise per la prima volta in scena lo spettacolo “I lupi di Pito” ed ora siamo già al sesto anno consecutivo di questo progetto, grazie al quale molti bambini hanno sperimentato e sperimenteranno nuove emozioni da regalare a tutti noi. Oltre 150 “cuccioli” saliranno sul palco del Ventidio Basso l’11 aprile e metteranno in scena la famosa “La Carica dei 101”!

Happy School è infine il progetto rivolto alla scuola dell’infanzia. Vi partecipano, oltre ad una classe terza della scuola elementare, i bambini della scuola dell’infanzia di Mozzano, compresi in un’età dai tre ai cinque anni. Avete capito bene! Dai 3 ai 5. Questi bambini si mettono in gioco nonostante la loro giovanissima età e interagiscono tra loro attraverso la lente teatrale, facendo le prime esperienze nel canto, nel ballo e nella recitazione… ma c’è un particolare molto importante che non è stato ancora rivelato: il progetto è in lingua inglese! Happy School, nato lo scorso anno da un’idea di Silvia Giorgi, Dirigente dell’I.S.C. “Borgo Solestà – Cantalamessa”, è finanziato dal Bim Tronto.

Grazie a questi progetti all’incirca 500 i ragazzi salgono sul palco ogni anno. Il loro entusiasmo diventa capillare e spesso rimangono talmente affascinati dalla magia del teatro da partecipare anche l’anno successivo. Altro che novembre noioso!