Pronta al debutto la nuova commedia musicale che la Fly Communications sta allestendo in collaborazione con la Compagnia teatrale Gente Nostra e la Scuola di Danza Lab 22.

Questa volta la performance, diversamente dal nostro genere classico e cioè il musical, è una commedia dialettale.

Il debutto di questo spettacolo è fissato per il prossimo 26 giugno alle ore 21:00 presso il Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno (http://www.ilteatroventidiobasso.it/).

La commedia è stata ideata e scritta da Amedeo e Giorgio Olori (vice-Presidente della nostra Associazione) e adattata dal regista Guido Mosca.

Sul palco la recitazione sarà accompagnata da bellissime coreografie realizzate dalle ragazze della scuola di Chiara Gricinella e da ben sei canzoni, le cui musiche sono state composte da Giorgio Olori, Maurizio Mosca, Massimo Albertini e Bruno Tittoni, mentre i testi sono tutti di Amedeo e Giorgio Olori.

Il nostro Presidente Christian Mosca ci spiega meglio la genesi dell’opera: “Nata dalla sinergia artistica tra Fly Communications, Gruppo Teatrale Gente Nostra e Scuola di Danza Lab Ventidue, questa commedia musicale in dialetto ascolano scritta dal nostro Vice Presidente Giorgio Olori con il suo indimenticato papà Amedeo, riassume in sé i tratti peculiari delle tre realtà che hanno realizzato il progetto: l’energia del musical, la comicità del dialetto e l’eleganza delle coreografie. Un esempio e uno stimolo per tante altre realtà della zona: unire le competenze per fare sempre meglio.”

La storia è costituita da due atti e un epilogo, in cui emergono alcune situazioni tipiche della nostra tradizione popolare e che mette in luce in maniera ironica alcuni accadimenti della quotidianità, fotografando uno spaccato di vita popolare ascolana ambientata in un quartiere periferico cittadino, dove tutto è semplice e modesto. Allo stesso tempo, però, proprio grazie anche alla semplicità di alcuni dei protagonisti della vicenda, non mancano situazioni comiche, scaturite da possibili sviluppi che accadono inaspettatamente. I protagonisti di questa performance sono i componenti di due povere famiglie che hanno le loro case su una piazzetta, in cui è ambientata tutta la scena. Un ruolo predominante è affidato al gioco del lotto, elemento fondamentale della nostra tradizione popolare, che qui rappresenta sia la buona che la cattiva sorte e su cui si sviluppano e si intrecciano tutte le fasi della storia. Intorno a questo gioco, infatti, i vari personaggi si muovono tra doppi sensi, equivocità e piccole bugie che danno un ritmo incalzante alla vicenda. Il tutto, poi, è arricchito dall’amore: da un lato l’amore di un padre per il figlio, dall’altro la speranza di un altro padre di sconfiggere la sfortuna con un matrimonio di interesse per la figlia. Questi due innamorati, però, si trovano coinvolti in un’altalena di gioie e dolori, illusioni e delusioni, rabbia e passione. Alla fine, comunque, è proprio grazie all’amore e alla determinazione di una madre, componente di una delle due famiglie, se si riesce a risolvere un’intricata faccenda e a riportare felicità e tranquillità economica tra le povere case della piazzetta.

Senza dubbio, quindi, “Li nnùmmera a lu cundrarie” è una commedia divertente e coinvolgente da non perdere assolutamente.

Per maggiori informazioni potete contattare la biglietteria del teatro (Piazza del Popolo – AP – 0736.244970) oppure inviare una mail alla Fly Communications a questo indirizzo: info@flycommunications.it.

…STAY WITH US!!!